Hacking

Clonare carte di credito

Attenzione: data l’elevata percentuale di Analfabetismo Funzionale in Italia (47% in Italia, secondo lo “Human Development Report 2009”), mi preme sottolineare che nell’articolo qui di seguito viene esclusivamente descritto il funzionamento di un apparato skimmer, il quale è tragicamente spesso utilizzato per la clonazione di carte di credito. In nessun modo viene spiegato come effettuare tale operazioni. Sfortunatamente molti lettori si fermano al titolo sensazionalistico utilizzato in questo articolo, senza leggerne il contenuto.

Ecco che riparte la settimana, siamo a Lunedì ed inizio subito con un articolo che piacerà sicuramente a tutti voi 🙂

Molti di voi sicuramente stanno pensando: “Chissà come sarà complicato, altrimenti lo farebbero tutti”. Inizio già a zittirvi tutti quanti… Al contrario, clonare una carta di credito è SEMPLICISSIMO.

Inizio col dire che i metodi sono tantissimi, qui elenco i più facili e comuni che vengono usati:

  • Usare gli skimmer per ATM
  • Usare uno skimmer da POS

Allora… Vediamo di analizzare queste due tecniche.

  • Usare uno skimmer ATM:

Questa tecnica è davvero banale, il 90% delle carte di credito clonate avviene proprio grazie a questo metodo.
Consiste nell’attaccare alle fessure dove si inserisce la carta di credito dei Bancomat una mascherina con al suo interno il circuito per copiare ed inviare i dati della scheda inserita.
In poche parole la scheda prima passa da questa mascherina e dopo finisce dentro al Bancomat, così che la vittima possa comunque effettuare tutte le sue operazioni senza problemi.
Solitamente i dati vengono inviati tramite bluetooth ai malviventi che si trovano nelle vicinanze, oppure vengono memorizzati all’interno di una memoria.
A questo punto però resta il problema del codice di sicurezza. Anche questo viene ovviato in maniera davvero banale… Con una microcamera.
La microcamera viene solitamente posizionata accanto alla luce che serve ad illuminare lo sportello Bancomat.
A questo punto i malviventi possiedono tutti i nostri dati: scrivono con una specie di masterizzatore su una scheda vergine (reperibile in qualsiasi negozio) tutti i dati copiati dalla tessera originale, si recano al Bancomat, ritirano i soldi e cancellano la scheda per riutilizzarla su altre persone.

  • Usare uno skimmer POS:

Questa tecnica è molto simile alla precedente, ma probabilmente permette ai malviventi di accaparrarsi più carte di credito e di non dover nascondere una telecamera.
Consiste in un piccolo circuito che va collegato a quelli apparecchi con il quale si paga al supermercato o nei negozi.
Il vantaggio è proprio quello che se si riesce ad attaccare uno di questi dispositivi in un grosso centro commerciale in neanche 1 ora si possono riuscire a ricavare fino a 10-15 carte di credito.
Un altro vantaggio è quello di non dover trovare il sistema di sbirciare il codice di sicurezza, infatti questo congegno, essendo integrato direttamente nel POS, memorizza le cifre che l’utente digita.

Quanto costano questi apparecchi, dove si trovano??

Questi apparecchi già assemblati e pronti da montare, compreso il masterizzatore di carte vergini e 20 schede vuote costa circa 1400$ per la versione degli ATM.
Ovviamente in rete è possibile trovare anche gli schemi per poterseli costuire in casa, ma solitamente ai truffatori conviene comprarli, dato che quella cifra possono recuperarla in pochissimo tempo.

Per la versione dei POS non sono riuscito a trovare nessun “fornitore”, ma la cifra dovrebbe essere minore.
Solitamente questi circuiti vengono costruiti direttamente dal truffatore con l’aiuto di alcune guide che si possono trovare in rete.

Chi vende questo materiale sono sopratutto i Russi. In rete ci sono tantissimi siti Russi che permettono l’acquisto di questi oggetti o persino di carte di credito già clonate e pronte per l’uso.

 

Lascia un commento

31 commenti

  • ATM , Automatic Teller Macchine , chiamato volgarmente Bancomat .
    C;e` da specificare che il programmer da acquistare per eseguire la masterizzazione della carta , non e` uno qualunque , deve essere un lettore/programmatore a 3 tracce , altrimenti non si clona nulla .
    il problema e` che oggi ad ogni prelievo (se vuoi) ti arriva l’sms dalla banca , avvisandoti .
    Lo sniffer sul POS non penso possa aiutare perche` il traffico e` criptato , quindi non leggi , sarebbe come leggere una sessione Https 🙂
    Al POS non va lo sniffer , ma lo Skimmer che memorizza l;intera transazione , dopo di che …masterizzi .
    Oggi e` piu “conveniente” (si fa per parlare , s’intende) rubare online , creandosi una paypal fake dove versare il denaro sottratto .
    Come avere una paypall fake e’ difficile , e non voglio dare suggerimenti al caso , sicuramente il “Pirla” di turno si fa beccare .

    Comunque , complimenti al blog che tratta serenamente argomenti cool :)))

    saluti a tutt

  • comprare uno skimmer costa caro , 1400$ non sono pochi .
    Evitate di comprare skimmer a basso costo , perche` non funzionano con credit card & bancomat .
    Le card sono programmate a 3 tracce , cosa che gli skimmer di basso costo non leggono i dati.
    Inutile dirsi , il trucco funzionava tempo fa , oggi le banche hanno ricevuto disposizioni a riguardo , vale dire , ogni 15 minuti a turno , una persona va controllare lo sportello atm .
    Vi consiglio di prendere nota su come viene programmata una carta di credito , quali algoritmi utilizza e la tracciatura , informazioni basilari le quali state tralasciando .
    Oggi , va in voga il POS , commerciante disonesto il quale manomette appositamente per sniffare i dati , con apposita telecamera per ricavare il pin .
    Vi consiglio di allargare i vostri arizzonti , perche` questo genere di truffa porta guai in pochi minuti , sopratutto gente disinformata come voi .

Prima di continuare, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!

FERMO! Prima di uscire, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!