Web Marketing

eMail Marketing e Privacy: Il Principio di Precauzione

Quando si tratta di eMail Marketing ci si addentra in un mondo in cui bisogna procedere con delicatezza e serietà a causa dell’immensa quantità di persone senza scrupoli che utilizzano questo canale di comunicazione in maniera poco consona.

Anche in Italia, durante gli ultimi anni, è aumentato il tasso di persone che si improvvisano esperti del settore mettendo in vendita invii DEM su database di dubbia provenienza. Il risultato di tale fenomeno non è soltanto un aumento di spam proveniente dalla nostra penisola, ma bensì una svalutazione del mercato per coloro che lavorano nel settore in maniera seria, professionale e nel rispetto della legge. La saturazione da parte degli spammare, infatti, mette sotto una cattiva luce l’utilizzo delle eMail come canale di marketing: sia perché i vari invii non hanno successo, sia per le lamentele che il cliente finale va a ricevere da un invio “sporco”.
La colpa di tale saturazione del mercato da parte degli spammer deve essere però ricercata, in parte, anche in tutte quelle figure che detengono database che vengono utilizzati in maniera consona. Ed ecco quindi che arriviamo a parlare del “Principio di precauzione” dettato dalla Legge sulla Privacy nel D. Lgs. 30/06/03 n.196.

Secondo il Principio di Precauzione: “Nell’utilizzo dei dati personali occorre prevenire ogni forma di illecito utilizzo di trattamento di dati personali, anche per mera negligenza o imperizia. Pertanto chi tratta dati personali deve adottare qualsiasi cautela per evitare l’accesso a dati di provenienza non definita e di cui non sia possibile ricostruire le modalità di formazione”.

Nonostante quindi tutti i dati utilizzati siano stati raccolti nella maniera più consona possibile e tutti gli invii vengano effettuati nella maniera corretta più possibile, è necessario anche garantire la sicurezza dei dati personali in possesso. In caso contrario, oltre che violare il Principio i Precauzione, si va anche ad alimentare, come già accennavo, il mercato degli spammer. Queste figure, infatti, oltre che utilizzare spider ed altre tecniche per raccogliere dati personali, in primis eMail, puntano moltissimo a rubare database di alta qualità, posseduti da agenzie di comunicazione e figure che svolgono il lavoro di eMail Marketing. L’attenzione deve essere posta molto a tutte le figure che hanno accesso a tali database. Non è infatti difficile incorrere in atti di corruzione di uno dei membri dello staff da parte di spammer o aziende rivali (e posso assicurarvi che conosco molti casi Italiani di questo tipo) per avere una copia dei database.

Come proteggersi quindi? Sicuramente prima di tutto è necessario scegliere accuratamente quali siano le figure che hanno a disposizione l’accesso ai dati personali. Cerchiamo di tenere alla larga da queste informazioni i grafici ed i copywriter, i quali possono lavorare anche in assenza dei dati. Quello che possiamo invece fornire alle figure che lavorano in tale ambito è la struttura del database con dati inventati o mail interne aziendali.
Secondo punto di fondamentale importanza è quella di inserire delle eMail “civetta” all’interno del proprio database. Tali indirizzi eMail sono indirizzi che non devono mai essere utilizzati, così da capire, in caso di ricezione di una eMail non inviata da voi, che qualcuno ha utilizzato i vostri dati per invii non autorizzati.
Per evitare che tali indirizzi eMail vengano cancellati da eventuali ,  per ovviare a questo sistema di sicurezza, è opportuno non usare il dominio della propria azienda o nomi che possano ricondurre a quest’ultima. La miglior soluzione è quella di creare un indirizzo con un provider qualsiasi (Hotmail, gMail etc…) da mantenere sotto controllo.

Lascia un commento

FERMO! Prima di uscire, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!

Prima di continuare, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!