Criptovalute

RubyCoin, la moneta alternativa ai BitCoin

I lettori abituali del Blog sanno bene quanto sia affezionato ai BitCoin e di come quest’ultimo anno mi abbia visto intrapreso in uno studio approfondito di questa criptomoneta, tanto da scrivere anche un eBook di oltre 40 pagine in merito all’argomento. Oggi voglio parlarvi di una moneta alternativa ai BitCoin, nata proprio in questi giorni, che potrebbe avere nei prossimi mesi la stessa fama dei LiteCoin (la seconda moneta più utilizza dopo i BitCoin): RubyCoin.

Come le altre monete virtuali, RubyCoin può essere guadagnato grazie all’azione di mining. Basterà scaricare l’apposito software, disponibile qui (Windows, Mac e Linux), e configurarlo come indicato all’interno del manuale d’uso ufficiale della moneta. Essendo questa criptomoneta nuova sul mercato la difficoltà di mining è bassa e ciò sta a significare che, come accadde per i BitCoin, iniziare a minare oggi potrebbe risultare assai proficuo in futuro (solo nel 2012 si potevano fare oltre 25 BitCoin al giorno con un computer dalle prestazioni medie, oggi solo pochissimi utenti al mondo riescono ad arrivare a generare un singolo BTC al dì).

Lascia un commento

20 commenti

  • Ciao Luca, complimenti per il blog, ti seguo da anni! I Rubycoin sembrano avere grandi potenzialità, per questo ho deciso di lanciare il sito italiano, in maniera tale da creare un punto di riferimento per tutti i nostri connazionali interessati a questa moneta. Spero vi piaccia e che possiate trovare informazioni utili!

Prima di continuare, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!

FERMO! Prima di uscire, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!