Hacking Sicurezza Informatica

Aprire e mettere in moto qualsiasi auto senza chiavi con 30$

Si chiama Rolljam ed è stato presentato all’ultima edizione del Defcon di Las Vegas, la più importante convention al mondo dedicata alla sicurezza informatica (e non solo). Un piccolo dispositivo, grande quando il palmo di una mano, in grado di aprire e mettere in moto qualsiasi auto esistente sul mercato sfruttando contemporaneamente una tecnica di sniffing e una di jamming. Scopriamo insieme come funziona questo sistema.
Rolljam, prima di tutto, deve essere attivato nel momento in cui il proprietario dell’auto aziona il suo telecomando. Durante questa fase il dispositivo effettua due operazioni in contemporanea: da una parte sniffa il segnale radio, copiandolo all’interno della sua memoria, e dall’altra parte inibisce il segnale originale inviato dal telecomando verso l’auto, impedendo che quest’ultima lo possa ricevere.
Allo stato attuale delle cose, all’interno di Rolljam si trova il primo codice di apertura dell’auto, il quale però non è stato ricevuto dall’auto. Il proprietario dell’auto, quindi, tenterà nuovamente di aprire le portiere. A questo punto Rolljam intercetterà il secondo codice generato, ma invierà il primo codice che era andato ad inserire nella sua memoria.

Aprire auto senza chiavi

Cosa comporta tutto ciò? A questo punto Rolljam possiede all’interno della sua memoria il secondo codice che non è stato ancora utilizzato, ma che sarà valido per aprire l’auto e metterla in moto. Nel caso in cui l’auto sia dotata delle “Intelligent Key” (le chiavi con RFID), potremmo anche mettere in moto il mezzo.

Lascia un commento

5 commenti

  • Qualche mese fa vidi in azione un jammer che praticamente blocca il segnale del radiocomando così da non far chiudere la vettura quando la persona se ne va. In italia abbiamo tanta fretta e tanti non si accorgono nemmeno di aver lasciato l’auto aperta. Circa il 40% dei furti d’auto lo effettuano così.

    Francesco Salerno

  • Ciao Luca… Sinceramente non capisco il senso di memorizzare due codici ed inviare il primo. Non sarebbe più semplice memorizzare il primo codice e poi lasciar aprire tranquillamente la macchina al proprietario col secondo codice, al posto di intercettare il primo, intercettare il secondo e spedire il primo?

    • Ciao Marcello,
      No, poichè una volta utilizzato, il codice casuale generato, non può essere riutilizzato una seconda volta.

      Luca

    • Ovviamente l’articolo non è in vendita, ma è solo stato presentato da un team di ricercatori al Defcon di Las Vegas.

Prima di continuare, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!

FERMO! Prima di uscire, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!