Criptovalute

Come comprare Bitcoin

Su questo Blog parlavo di Bitcoin già dal 2012, ma oggi che è sulla bocca di tutti ricevo quotidianamente richieste di consigli, aiuti, pareri e chi più che ha più ne metta, riguardo alla criptovaluta per eccellenza. Seppur aspetto banale, molti non sanno ancora bene come acquistare Bitcoin e per questo ho deciso di realizzare questo articolo esplicativo in merito (anche perchè i metodi che è possibile utilizzare sono diversi e questo crea un po’ di confusione).

Comprare Bitcoin è in realtà un’operazione molto banale, la quale può essere svolta in modi differenti, ognuno con i suoi vantaggi e svantaggi. In questo articolo non parlerò di come sia possibile guadagnare Bitcoin mediante le attività di mining, in quanto, ad oggi, tale attività può essere svolta in maniera profittevole solo da pochi soggetti che dedicano buona parte della loro vita esclusivamente a quello 🙂

Exchange

Il metodo più sicuro per comprare Bitcoin e qualsiasi altra criptovaluta è quello di rivolgersi ad un Exchange, una sorta di banca. Ne esistono moltissimi e si differenziano in base alle monete che permettono di comprare, ai metodi di pagamento accettati, alla sicurezza, all’usabilità della piattaforma, etc…
Su un Exchange potete comprare le criptovalute, inviarle, riceverle, convertirle in Dollari/Euro, eseguire operazioni di trading e molto alto. Tra i più semplici da utilizzare abbiamo sicuramente Coinbase, il quale accetta pagamenti con carta di credito (permette di acquistare Bitcoin con PostePay o qualsiasi altra carta), ma si tratta anche dell’Exchange che applica le tariffe più alte, motivo per cui non mi vedo di consigliarlo, nonostante sia stata la prima piattaforma da me utilizzata. Il mio consiglio è quello di optare opera per Bistamp, exchange leggermente più macchinoso, ma con un costo per transazione pari al solo lo 0,25% dell’importo che viene mosso. Non credo esista un’exchange più economico al momento.

Una volta iscritti è necessario caricare una copia dei propri documenti al fine di verificare l’identità. Da quel momento in poi sarà possibile ricaricare il proprio conto tramite carta di credito (ma in questo caso le fee sono più alte), oppure semplicemente inviando un bonifico. Una volta ricevuto il denaro sul proprio conto, sarà possibile acquistare i Bitcoin o qualsiasi altra criptovaluta.
In qualsiasi momento potrete poi rivendere i vostri Bitcoin per convertire in Euro/Dollari l’importo desiderato (ed eventualmente bonificare il denaro verso il vostro conto corrente).

LocalBitcoins

Se volete acquistare direttamente da un altro soggetto i Bitcoin, magari con un metodo di pagamento differente da quello richiesto da parte degli exchange, potete entrare direttamente in contatto con i venditori di criptovalute tramite LocalBitcoins. Questo sito è una sorta di un “eBay” delle monete virtuali: ci sono migliaia di venditori in tutto il mondo (anche in Italia) che accettano differenti metodi di pagamento e che applicano il proprio costo di vendita.
In questo caso il costo dei Bitcoin è più alto rispetto a quello degli exchange (generalmente tra il 5% ed il 10%) in quanto avrete la possibilità di interagire direttamente con un venditore, il quale verrà incontro alle vostre esigenze. Moltissimi venditori italiani permettono di comprare Bitcoin con PostePay.

ATM Bitcoin

Anche in Italia si stanno iniziando a diffondere gli ATM per distribuire Bitcoin. Su questo sito potete trovare la mappa completa di tutti i bancomat dedicati ai Bitcoin. Non ho utilizzato questi servizi, motivo per il quale non so darvi molte indicazioni 🙂

Lascia un commento

3 commenti

Prima di continuare, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!

FERMO! Prima di uscire, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!