Lascia un commento

11 commenti

  • Ciao a tutti! Qualcuno ha per caso controllato la cronologia dei film visti nelle impostazioni?
    Mi domando se questo sito non sia nient’altro che una piattaforma di condivisione account. Per meglio dire, lo stesso account viene condiviso da 10 persone o più senza che queste ne siano consapevoli. Il bot ne analizza automaticamente l’utilizzo medio al fine di distribuire efficacemente e compatibilmente i propri utenti senza che ci sia un eccessivo accavallamento d’orari.

  • Salve,
    ho già un account Netflix regolarmente acquistato ma ho voluto comunque acquistarne uno da questo sito per testarlo e tentare di capirci qualcosa in più. Di seguito le mie conclusioni dopo alcuni test e ricerche.

    1) Non prendiamoci in giro: è chiaro che questo sito e le sue attività sono 100% illegali. Già a prima vista alcune cose mi avevano insospettito: per esempio, l’estensione di dominio “esotica” (.sh) ma soprattutto il fatto che sia del tutto anonimo (nessun riferimento aziendale, indirizzo, email o social). Dopo averlo provato, il mio sospetto è diventato certezza considerando le caratteristiche del servizio e le modalità con cui viene erogato. Mi stupisce che Luca, che ormai dovrebbe avere “l’occhio clinico” per certe cose, non sia giunto alla medesima conclusione e lasci ancora aperta l’ipotesi che possa trattarsi di attività anche solo in parte legale.

    2) Per Netflix, se non trovate account italiani prendete quelli U.S.A. e dal profilo impostate la lingua in italiano: al successivo accesso avrete un account come quelli italiani. Evitate account di altri paesi europei perché non consentono questo giochetto. Ovviamente, avrete un account con i dati sensibili (email + telefono in chiaro!) di un perfetto sconosciuto che dubito sia felice del fatto che voi stiate usando il suo account.

    3) Periodicamente le credenziali di accesso che vi vengono fornite (che “stranamente” è vietato cambiare) potrebbero smettere di funzionare (… chissà perché! 😉 ). Quando succede potete averne di nuove semplicemente cliccando sul pulsante “Get replacement” nella sezione “My Accounts”. Ovviamente, tutte le vostre preferenze e impostazioni salvate nel vecchio account andranno perdute.

    Prossimamente continuerò la mia indagine contattando via email i legittimi proprietari degli account e provando anche a chiedere chiarimenti alle aziende titolari dei servizi venduti. Vi farò sapere.

  • Vista l’eventualità di “blocchi” e quindi di cambio dell’account, mi viene da considerare che si andrebbero a perdere Liste film (es. Netflix) e Playlist (es. Spotify). Per i video il problema non è insormontabile. Ma per le Playlist sarebbe davvero problematico costruirsi le playlist e poi “perderle” in caso di cambio account. E’ giusta la mia considerazione?

  • Premetto che ti seguo da parecchio, tutto cio’ che leggo è sempre molto interessante. Ho attivato un account e aquistato il primo mese su Netflix, dopo alcuni giorni risultava bloccato, mi è stato sostituito all’istante, faccio l’errore di cambiare la password, anche qui un bel blocco. Ora mi è stato attivato nuovamente, in sostanza ho compreso che non si devono modificare ne password ne account come tu spieghi bene. Aggiornero’ in caso di novita’.

  • Sicuramente questo è uno di quei soliti “generatori” che girano su Telegram.
    Quindi completamente illegale, che testa le combolist mail-password e se corrisponde, la aggiunge al database per rivenderla.
    Oppure che usa bin per generare carte false con cui cardare gli account.

    Netflix annuali NON esistono e mai esisteranno.

    Se deve racimolare qualche soldo con i referral, cambi strategia, Luca.

    • Ciao Gianni,
      non ho bisogno di racimolare qualche soldo, sinceramente e fortunatamente, in quanto il mio lavoro ben mi ricompensa da quel punto di vista.
      Il mio Blog tratta tematiche borderline di tecnologia dal 2007, come puoi ben vedere. Questo articolo rientra quindi tra le tematiche principali del Blog.

      È inoltre specificato che non si è a conoscenza della provenienza degli account. Basta leggere.

  • Ciao Luca,
    l’articolo oltre a essere come al solito interessante è pure ghiotto. Tanto che mi sono precipitato sul sito che consigli.
    Purtroppo ho avuto delle perplessità per i due account che ho creato:
    -Netflix, una volta pagato un prezzo ridicolo per l’abbonamento annuo, non ha “Italy” tra le nazioni contemplate impedendomi di andare avanti, e
    -Spotify nell’account family annuale dopo il pagamento mi presenta un account già compilato (la mail del proprietario e dei componenti della famiglia) che anziché scadere tra 12 mesi scade il 25/8, tra 15 giorni, e mi dice che verranno addebitati € 14,99 su una carta di credito VISA preimpostata che non è la mia, da cui Spotify mi dice di prelevare soldi da più di un anno.
    Insomma, cose che mettono in dubbio la legalità già al limite dell’operazione.
    Mi faceva piacere sapere se hai testato i due servizi qui citati e come ti sei comportato con questi problemi.
    Ciao, grazie per gli articoli!

    • Ciao Gianni,
      prima di tutto ti ringrazio per il tuo contributo.
      Personalmente ho acquistato diversi account, tra cui Netflix ed ExpressVPN, in cui non ho riscontrato le problematiche che tu fai notare.

      Ho ricevuto messaggi simili ai tuoi anche da parte di altre persone, mentre altre mi confermano che gli account sono “puliti”.

      Probabilmente, rispetto a quanto sembrava inizialmente, questo portale unisce account genuini ed account rivenduti/illeciti.

      • Ciao Luca,
        grazie per la risposta. Nel frattempo ho contattato il gestore del sito che si è mostrato cortese e disponibilissimo. Ha inserito lui “Italy” nelle liste di Netflix mezz’ora dopo la mia richiesta.
        Riguardo agli account “precompilati” di cui non si deve cambiare né utente né password pena l’esclusione dall’offerta e che vengono pagati da una carta di credito preimpostata a prezzo pieno, lo stesso gestore mi ha ribadito che comunque sono personali e non condivisi tra diversi clienti: quindi negli account per famiglia che ho acquistato ho creato i miei profili cancellando quelli preesistenti, sempre a patto di non toccare utente e password dell’account pagante, e tutto è andato perfettamente.
        Ignoro l’origine degli account, quindi il confine con la legalità, ma la disponibilità del sito che suggerisci è molto alta: diplomaticamente il gestore mi ha sottolineato “se hai problemi con un account non farti scrupoli, te ne attivo immediatamente un altro”.
        Ciao, al prossimo articolo!

        • Scusa il disturbo ma ho il tuo stesso problema ossia non vedo Italy nella lista di Netflix… Solo che il supporto mi ha risposto di utilizzare usa invece di inserire Italy in lista… Esattamente chi hai contattato che se diverso dal supporto proverò anche io? Grazie mille intanto

Prima di continuare, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!

FERMO! Prima di uscire, guarda qui!

Hai trovato quello che stavi cercando?
Rimaniamo in contatto, potresti imparare molte cose!

Grazie!

Sono sicuro che insieme potremmo fare molte cose!